RECENSIONI

Balentia – Nos’e Tottu | Recensione

“La Musica è Universale, non ha confini, lingue e dialetti”.
Ascoltando “Nos’e Tottu” dei Balentia, gruppo storico del rap italiano, sembrerebbe proprio così.
Da oltre 10 anni sulla scena, i componenti, Su Maistu e Lepa, hanno sempre privilegiato la lingua sarda nei propri testi, alternandola all’italiano in alcuni frangenti;
confermandolo anche in questo cd, 17 tracce per circa un’ora di buona musica.
Le produzioni curatissime, opera di K.Wild (L’Alieno – remember?), si distinguono per l’utilizzo di samples di varia natura, battenti i sentieri del funk e dell’elettronica.
I due MC hanno un mucchio di cose da dire, ne sono esempio “Gentixedda”, la potente “Alti e Bassi” (nel cd è presente anche la traccia video), la dura “Sa luxie su sobi”, base cupa per raccontare la vita in miniera e la sua miseria, “Alpha e Omega” con un bel sample di chitarra e l’uso massiccio del vocoder, l’introspettiva “Diverso”, dove Su Maistu si racconta senza censure.
Il risultato è convincente, l’esigenza (e l’urgenza) di comunicare si sposa con l’impatto dei beat grassi e dei suoni sintetici.
Ottima la grafica del cd (in una gradevole confezione cartonata) curata da Fabio Putzolu.

Comments

Sign In