INTERVISTE

Sa Ganga + Paxi Intervista: by HipHopZone

Max Lelli: Quando è nato il gruppo dei Sa Ganga e chi sono i componenti?

Chato: I Sa Ganga sono Chato (Ivano Onnis) e Zilvio (Silvio Murtas), due amici prima che mc’s. Visto che le nostre idee e i nostri gusti musicali erano in perfetta sintonia, abbiamo deciso di formare il gruppo nel 2000, anno in cui ho inciso un pezzo nella compilation “Tottu Cantandada” di Dj Mommy; a questo punto è seguito un periodo di circa due anni in non ho lavorato a nessun progetto. Mentre durante la seconda parte del 2003, abbiamo registrato una demo su strumentali americane, sotto il marchio Family For Mane ma il nome non rispecchiava a pieno la vera essenza del gruppo e delle nostre radici, così abbiamo deciso di cambiarlo in Sa Ganga nel 2004.

M.L.: Come è scaturita la collaborazione con Paxi?

Paxi: Si può dire che la collaborazione è scaturita in maniera spontanea essendo comunque prima di tutto un buon amico di Ivano e Silvio, la musica e il progetto “3 Hit Combo” sono venute di conseguenza. Ci piaceva l’idea di mischiare due stili diversi, anche dovuti a diverse influenze musicali ed osservarne il risultato. Da ciò è scaturito questo album molto vario, nel quale sono presenti tutte le nostre differenti visioni di concepire la musica.

M.L.: Mi sembra che Samassi sia un territorio fertile per quanto riguarda i gruppi.
Potete segnalare qualche altro nome oltre al vostro e agli Entroterra?

Zilvio: In effetti Max oltre a noi (Sa Ganga ed Entroterra), ti possiamo ricordare il nome del fondatore della nostra kru, che prima di tutto è un nostro fratello: Mista Blakka a.k.a. Black Owl.
Nel 2004 insieme a Crono, ha dato vita ad un progetto marchiato Supa-B-Boys, culminato con l’uscita dell’album “Giaimidda”. Questo lavoro denota forti influenze raggamuffin, sia per quanto riguarda le sonorità che le liriche. Non credo sia un progetto fine a se stesso: sicuramente li rivedremo ancora insieme in futuro. Nella scena samassese c’è anche qualche giovane mc che sta muovendo i primi passi come Cobor (che a nostro parere è sulla buona strada) e una kru di writers (per quanto riguarda il movimento hip hop in generale) chiamata THC.

M.L.: Parliamo del cd. Quando è uscito? E’ il vostro primo lavoro?

Zilvio: Il cd è uscito il 1° Marzo e possiamo dire di averlo distribuito in quasi tutti i negozi dell’isola in un mese (anche la distribuzione, come tutto il resto della lavorazione del cd è stato curato da noi in primis). Per noi (Sa Ganga), a parte la prima demo e la co-produzione di un mixtape, questo è il primo lavoro: lo consideriamo un album-demo ufficiale.

M.L.: Ho notato diversi produttori nella lista delle partecipazioni.Come sono nate
queste collaborazioni?

Chato: Il nostro intento era infatti quello di racchiudere nel disco più produttori da diverse parti dell’isola e con diversi stili, in modo da coinvolgere una buona fetta della scena sarda. Tutto è nato molto spontaneamente visto che con molti di loro abbiamo un rapporto di amicizia. Secondo noi quest’ultima è una delle componenti fondamentali per far funzionare le cose al meglio.

M.L.: Potete fare una breve descrizione dei pezzi del cd?

Zilvio: Si parte con “l’INTRO” curato da Dj Zep. Su un beat di Sleo, Zep ha screcciato utilizzando dei nostri campioni vocali. La n°2 è “TU DOV’ERI?”, un pezzo conscious di forte impatto. Beat di Sleo e scratch di Dj Mommy. Dopodiché il pezzo “PLAYGROUND” feat. Crono ci riporta un po’ indietro nel tempo, ricordando il periodo in cui la nostra passione era il basket. Beat di Sleo, scratch di Dj Mommy. La n°4 è “SEMPRE GLI STESSI”. Pezzo su beat di Ruido che descrive il modo in cui viviamo. Lo skit “FAIDI TACCA” introduce…
Paxi: …”PRENDILA BENE”. Un pezzo altamente “alcolico” su beat è di Mista Java, in cui io e Chato elenchiamo un po’ di bevande di nostra conoscenza. La 7° traccia è “CI PIACE VIVERE COSI’” feat. Vale, il titolo parla da solo…a seguire “E’ GIA DA UN PO” è il pezzo solista di Chato, nel quale si sfoga contro chi spesso parla troppo…Il beat è di Anubi, gli scratch sono curati da Dj Mommy. La 9° traccia “AL PARTY”, sempre su beat di Anubi, è un pezzo per scaldare le feste seguito dal simpatico skit “BGS” (a cura di Etz e Castor)…
Chato: …”DAGLI FUOCO” è un pezzo da battaglia, in cui Dj Mommy cura il ritornello a suo modo. Il beat è di Sleo. A seguire la traccia “SOLO IN UN VIAGGIO”. E’ una canzone visionaria, in cui io e Paxi proviamo ad immaginare la vita di un latitante e di un condannato a morte. Il beat è curato da Mista Java. La traccia n°13 è “NELLA NOTTE”, su un beat di Oda e ritornello cantato dalla splendida voce di Vale, descrive cosa succede nella notte vista dai nostri occhi, in tutte le sue sfumatore. “CI CREDO”, la canzone solista di Paxi, esprime una critica alla mentalità di chi fa musica e del business-rap in Italia. Il beat è di Mista Java, gli scratch sono di Dj Mommy. Il pezzo “CHE SUCCEDE” è un documento sulla vita e sul rap degli ultimi anni. Il beat è a cura di Oda.
La tracklist si chiude con il pezzo “26*04*2004”, il beat è di Sleo e scratch di Dj Mommy. Nonostante sia già presente nell’album dei Supa-B-Boys, abbiamo voluto inserirla nel nostro disco per motivi affettivi…

M.L.: Quest’ultimo pezzo mi ha molto colpito. Potete parlarmene?
Anche per ricordare questa persona che non c’è piu…

Chato: E’ dedicata a Daniele, un nostro carissimo amico scomparso tragicamente in un incedente stradale (R.I.P). L’abbiamo scritta con Crono e Mista Blakka e riflette lo stato d’animo e le sensazioni al momento della sua perdita. Forse è proprio questo che colpisce le persone quando la si ascolta…

M.L.: Zilvio,ho notato che le tue liriche sono presenti in minoranza;è una tua scelta
o da cosa dipende?

Zilvio: Il progetto “3 Hit Combo” è sempre stato portato avanti a tre teste, nel senso che ogni decisione è stata presa da me Chato e Paxi, insieme. Si può dire ancora che la mia maturazione a livello artistico sia ancora in evoluzione ma, attualmente, nella direzione giusta. Circa un anno fa, periodo in cui è iniziata la lavorazione del cd, le cose non erano proprio così…non mi sentivo ancora pronto per affrontare un intero lp. Quindi, a parte “PLAYGROUND” e “CI PIACE VIVERE COSI’” (due pezzi in cui le tematiche mi hanno spinto a scrivere), tutti gli altri sono cantati da Chato e Paxi. La mia partecipazione al lavoro è stata comunque importante: sia per quanto riguarda la cura grafica che nel mixaggio dell’album.

M.L.:A livello di live come vi state muovendo? C’è la possibilità di vedervi a breve?

Zilvio: Oggi è difficile trovare le possibilità di esprimersi in live a Cagliari e in provincia. Sia perché non ci sono molte manifestazioni (ad esempio jam), sia perché i locali sono un po’ diffidenti nel proporre il rap live…Nonostante ciò, stiamo cercando di ritagliarci i nostri spazi per portare il nostro show e la nostra musica al maggior numero di persone.

M.L.: Prossimi progetti?

Chato: Siamo sempre al lavoro, anche per arricchire i nostri live di pezzi sempre nuovi (roba che scotta!): in questo momento stiamo lavorando con i Malos Cantores e con Wigsoo (che ci stanno curando alcune produzioni). In estate saremo inpegnati nella lavorazione del secondo Mixtape “MERDA BLASTA”, insieme agli Entroterra e a Mista Blakka.
Paxi: Con Entroterra siamo in piena lavorazione al nostro primo album ufficiale.
Il lavoro conterrà svariati produttori da tutta l’isola e non solo, vedrà la partecipazione di numerosi gruppi della scena sarda. Non vi anticipo più di tanto ma vi posso assicurare che non stiamo fermi mai…


M.L.: Volete aggiungere qualcosa?

Chato: La nostra musica è vera, e parla di cose vere! Nell’hip hop italiano c’è bisogno di roba così senza essere studiata a tavolino. Smettiamo di cercare di fare le cose per vendere, dobbiamo crearci un nostro stile, questo ci farà vendere. Alla fine quello che ci spinge è l’amore nei confronti della musica.
Paxi: Purtroppo è sparita la cultura di acquistare i cd originali…Vuoi per via dei prezzi troppo alti dei cd, anche a causa delle mille tassazioni a cui questi ultimi sono soggetti, vuoi perché masterizzare e scaricare interi album oggigiorno è molto più comodo e veloce.
Noi cerchiamo di mantenere il prezzo del nostro lavoro stabile in tutti i negozi a dieci euro, proprio per permettere ad un maggior numero di persone di poterlo acquistare. Siamo convinti che masterizzare le demo e i prodotti nazionali sia l’equivalente di uccidere la musica…quindi se proprio non potete farne a meno, masterizzate gli americani.


M.L.: Saluti da fare?

Sa Ganga + Paxi: Le nostre famiglie, la nostra gente, la Merda Blasta. Chi ci spinge da sotto il palco, che ci rispetta per quello che siamo. Un saluto a tutti gli mc’s, i writers e breakers dell’isola. A te Max, a tutto lo staff e i frequentatori di hiphopzone.

intervista a cura di Max Lelli (HipHopZone)
fonte: http://www.freeforumzone.com/d/5110363/intervista-SA-GANGA-PAXI/discussione.aspx

Comments

Sign In