INTERVISTE

Mistacabo Intervista: The Gya Mixtape

L’intervista di questa settimana è dedicata a Jonathan Cogoni in arte Mistacabo, rapper 21enne di Quartu S. Elena.
Da poco è uscito il suo primo lavoro come solista dal titolo The GYA Mixtape. Lavoro grazie al quale si è fatto conoscere in gran parte della Sardegna e in buona parte del territorio nazionale.

Come nasce artisticamente Mistacabo?

Ho iniziato da piccolo ad ascoltare le prime cassette di rap italiano. Apprezzavo i primi graffiti sui muri della mia zona e sulle poche riviste che allora si trovavano in edicola.
Da subito sulla scia dei primi gruppi (OTR e Sottotono) ho voluto a tutti i costi entrare a far parte di questo mondo. Col tempo ho iniziato ad ascoltare anche brani americani, dopo essere stato colpito in maniera molto particolare da un disco dei Cypress Hill a cui ancora oggi sono molto affezionato Skull & Bones. Da li ho iniziato ad ascoltare i classici del rap made in USA fino ad acquisire una buona conoscenza del genere.
Per quanto riguarda la mia esperienza da MC ho iniziato nel 2001 con un primo progetto (assieme a Makkarroni dei Funtana Beat NDR) che non andò in porto. La stessa situazione si è poi ripetuta nel 2003 quando con Lil Pin e Killa Ken, (oggi con me nella Parabellum e nella Blocco Recordz), decidemmo di tirar fuori qualche pezzo che però, causa alcuni problemi, non videro luce.
Da circa un anno e mezzo ho ripreso da solista con dei nuovi pezzi, che hanno avuto un buon riscontro soprattutto nei club cagliaritani, che mi hanno dato la carica giusta per dare vita a quello che oggi è the Gya Mixtape ed entrare a far parte prima della Parabellum e poi della Blocco Recordz.

Perchè il nome Mistacabo?

Sono di Quartu S. Elena, quartiere Sacro Cuore. Nella mia città si usavano i sopranomi, tramandati di padre in figlio! A me venne tramandato Caboni, che tradotto in italiano significa gallo!
Visto che il gallo “canta”, decisi di usarlo come nome d’arte per fare rap!
Col tempo questo ebbe delle variazioni, diventò inizialmente Cabo e circa un anno e mezzo fà MISTACABO! Mista in slang americano significa mister!

Quali sono i tuoi artisti preferiti e chi secondo te sa fare Rap a Cagliari e in Sardegna?

Per quanto riguarda le produzioni americane mi piacciono molto da G-Unit e Dipset al suono più south che gira nei blocchi di Atlanta e Houston, (T.I.,Young Jeezy, Mike Jones e Paul Wall), senza tralasciare i classici di cui proprio non riesco a farne a meno!
Ultimamente sto apprezzando molto pezzi firmati Cash Money, quindi Lil Wayne e Birdman e pezzi da Miami, Rick Ross, Khaled ecc..
In Italia DDP, fondatori della Blocco Recordz, Tormento e Club Dogo.
Invece del rap cagliaritano e isolano non so dirvi più di tanto, diciamo che coloro che ascolto sono gli stessi con i quali in fin dei conti collaboro!

Parlaci dell’album su cui hai appena finito di lavorare.

Da poco è uscito il mio primo prodotto ufficiale “The GYA Mixtape“, uno street album che avevo in mente di concepire da parecchio tempo ma causa mille problemi è venuto alla luce solo a giugno 2007. E’ composto da 19 tracce tra cui una bonus track, le produzioni sono per la maggior parte instrumental americane mentre le restanti appartengono a Killa Ken!
Nell’album parlo di me e racconto le storie che vivo, ciò che faccio nel quotidiano e in modo particolare la notte nei club cagliaritani.
Potete trovare 4 featuring: 3 marchiati Parabellum (Uzi Junker, Killa Ken e Lil Pin), mentre uno vede la partecipazione di Ibo (Mentispesse), il quale ha mixato e registrato il tutto!
Non vi resta che dare un ascolto!

Quali sono le idee che vuoi trasmettere con la tua musica?

Sinceramente non voglio trasmettere nessuna idea e nessun tipo di messaggio particolare!
Non faccio un tipo di rap che non mi appartiene o roba del genere. Faccio solo la musica che mi piace e parlo solo di ciò che vivo nel quotidiano!

Cosa è la Blocco Recordz e come ci sei entrato a far parte?

Blocco Recordz è una label indipendente, un gruppo di persone che collaborano per passione e che vogliono diffondere il loro sound!
Sono entrato in contatto con la Blocco tramite Uzi e Ken che avevano già collaborato con i DDP in un brano, del loro ultimo lavoro (il brano in questione si chiama “Blocco Muzik” e vede la collaborazione anche di Morfa NDR).
Successivamente durante un live la mia prestazione ha colpito Zanna e Ill freddo, due artisti della B.R.
Abbiamo scambiato due parole, sentito alcuni pezzi, confrontato idee e cosÏ abbiamo deciso che il progetto PARABELLUM, ovvero io, Uzi Junker, Ken e Lil Pin, sarebbe stata la falange giovane ideale per la B.R.!!

Parlaci dei tuoi progetti futuri. Collaborerai ancora con la Blocco Recordz o lavorerai come solista?

Per ora anticipo solamente un lavoro targato Parabellum! Stay Tuned!
Chiariamo le cose, io faccio parte di un gruppo come già detto, Parabellum.
Parabellum è Blocco Recordz, gli accordi sono chiari!
Siamo dentro a un progetto e ci vogliamo rimanere! Poi non è detto che non possa fare qualche partecipazione, con qualcuno esterno al gruppo!
Una delle cose che mi piace della mentalità Blocco Recordz è il fatto che si è aperti alle collaborazioni, ma in ogni caso il mio lavoro sarà timbrato sempre Blocco Recordz!

Un saluto agli amici di Crastulo

Congratulazioni per tutto il team di Crastulo, per il lavoro che fanno e un ringraziamento particolare a Prax per l’intervista fatta! Grandi Ragazzi! Comprate e supportate la Blocco Recordz!!

Intervista estratta da Crastulo.it a cura di Alex Prax

Comments

Sign In