RECENSIONI

Rookies – I Rookie Dell’Anno | Recensione

Attivi da anni a Cagliari col nome di Da Sheeperz, Burrito e Da BP cambiano marchio e cercano il salto di qualità presentandosi alla scena nazionale come Rookies. Lo fanno con un disco che risalta per l’ottima sintesi sonora operata da Burrito e dal concittadino Ibo Montecarlo (che mixa anche il disco), un sound che riesce a bilanciare sample e sintetizzatori in modo organico e convincente. Il risultato è musica tesa, tirata, influenzata positivamente dalla migliore scuola south, ma che riesce (quasi) sempre a mantenere un retrogusto di soul agrodolce. Buono anche il flow dei due mc, in grado di variare metriche più volte all’interno della stessa strofa e di padroneggiare ritmiche assai variegate, da quelle dell’hip-hop più classico ai sedicesimi serrati del crunk, fino anche ad excursus puramente tecnici in overbeat o su ritmi terzinati. Il buon valore musicale purtroppo non si riflette anche sui contenuti, incentrati su un’autoreferenzialità post-gangsta un po’ poco credibile: stereotipi da thug life non molto associabili al contesto italiano (anche perchè le spacconate degli americani sono sempre legate alla ricchezza ottenuta col rap stesso) e una fissazione per i marchi (specialmente di abbigliamento) che invade troppi pezzi. Niente di tragico, specie in confronto ai deliranti lifestyle proposti dai colleghi statunitensi, che però hanno il “vantaggio” di rappare in una lingua meno comprensibile… Scherzi a parte, quello dei Rookies magari non sarà il disco dell’anno, come suggerirebbe il titolo, ma si rivela in ogni caso una new entry molto interessante sulla scena.

Voto : 7.5

 

Comments

Sign In