INTERVISTE

Mr. Nobody Intervista: Il Mio Idolo EP

Il Mio Idolo Ep com’è nato?
L’EP è nato dopo una collaborazione che si era sviluppata già da qualche anno. Io avevo prodotto un buon numero di tracce sul CD Calder-1 dei Rigantanti e quando Vlade mi ha chiesto se mi andasse di fare un EP tutto “nostro”, ho accettato con piacere. Avevamo già registrato The Pastor Report e siamo partiti da lì, scegliendo i beat, scrivendo e facendo il sequenziamento alla fine.

All’interno dell’Ep ci sono collaborazioni importanti,una di esse è Druifu cosa ne pensate del rap francese?
Io personalmente sono più un fan del rap americano, ma riconosco il valore della scena francese, che dopo quella USA è certamente la migliore al mondo. Sicuramente i francesi hanno dalla loro la musicalità della lingua, come si sente anche nell’ottima strofa di Druifu.

Cosa ne pensate della scena sarda? E di quella nazionale?
La scena sarda è “strana”. Nel senso che ci sono tanti MC secondo me validissimi, ma che soffrono un po’ di mancanza di idee musicali. Peccato perché in Sardegna ci sono tantissimi rapper e produttori molto validi. Personalmente, per esempio, apprezzo tantissimo Rupez e Caddish, rapper diversissimi fra loro ma con le idee molto chiare su quello che vogliono realizzare.
La scena italiana non la seguo tantissimo, devo dire. Ultimamente vedo un sempre maggiore scollamento fra quello che vivo io come “adulto” e i temi portati avanti dai rapper italiani, a metà fra l’edonismo e l’infantilismo cronico. Ovviamente ci sono le eccezioni, soprattutto di stampo “old school”, e mi tengo quelle, come Kaos e pochi altri.

Quali sono i vostri mc preferiti e quali hanno influenzato maggiormente la vostra musica?

Io ho gusti giurassici. Dal punto di vista del rap, Big Daddy Kane, Rakim, Chuck D e poi il Wu-Tang sono stati (e sono) quasi una religione, per me. In generale mi piacciono gli MC con idiosincrasie e personalità non convenzionali. Ultimamente apprezzo parecchio MF Doom, Meyhem Lauren e Action Bronson, per esempio. Dal punto di vista musicale, i produttori che mi hanno influenzato sono Marley Marl, Premier, Prince Paul e J Dilla (il più grande, senza se e senza ma), ma anche gente meno conosciuta come Ayatollah, 4th Disciple, Madlib e K-Def.

Fate parte di una label indipendente?
Ci sono stati alcuni contatti con una label, ma al momento siamo in stallo perché non vogliamo fare il passo più lungo della gamba, nel senso che vogliamo continuare a fare musica per divertirci e nient’altro, e fare parte di una label può essere un impegno enorme. Vediamo che succede.

Meglio il rap di oggi con internet o quello di anni fa?
Domanda difficilissima: internet ha portato un sacco di disfunzioni (vedi i rapper che pensano che le visualizzazioni di Youtube fini a sé stesse valgano qualcosa e tutte le mode decontestualizzate copiate dagli americani), ma ha fatto anche tanto bene. Senza internet, un sacco della mia musica preferita non l’avrei mai potuta sentire: Action Bronson, SKWLKR, Danny Brown, Jay Electronica, Mr. Muthafuckin’ eXquire e tanti altri artisti americani impressionanti li ho scoperti grazie alla roba in free download che hanno messo su internet. Ovviamente, il rovescio della medaglia è che oggi si consuma tutto in due minuti e non si apprezza nulla. Io però sono sempre alla ricerca di visioni nuove e spesso trovo qualcosa di buono.
Per spezzare una lancia verso i “vecchi tempi”, devo dire che prima forse ci si concentrava di più sulla musica e sul messaggio, e meno sull’immagine. A un “nobody” come me questo piace di più.

Progetti futuri.
Stiamo lavorando in questo periodo a Vlade e Nobody 2. Il disco è quasi pronto per le fasi di mixaggio. Manca qualcosina e poi ci siamo. Secondo me sta venendo ancora meglio del primo perché Vlade si è concentrato sullo storytelling e ha tirato fuori delle cose ottime. E anche dal punto di vista musicale, i beat che abbiamo scelto insieme li trovo parecchio validi.
Poi ci sono in ballo altre cose, tipo il nuovo dei Rigantanti (in lavorazione), un certo numero di beat sull’album dell’MC sassarese Giocca, collaborazioni in fieri e qualche beat qua e là: tutto in uscita abbastanza presto.
Per chi fosse interessato, la mia pagina soundcloud con i miei remix:

Un saluto!
Grazie dell’interesse nei nostri confronti. Non siamo certamente idoli delle folle, ma l’apprezzamento ricevuto per Vlade e Nobody (da gente con gusti diversissimi, una soddisfazione) ci fa molto piacere e ci fa capire che c’è anche spazio per chi non segue solo le mode del momento. Continuate a seguirci, noi restiamo sulla strada tracciata dal primo EP: 100% rime e beat, 0% stronzate modaiole.

Vogliamo ringraziare Mr Nobody per l’intervista ma anche Vlade per la cortesia e disponibilità con la quale si sono prestati.

L’intervista originale la puoi trovare qui: http://italyundergroundrap.blogspot.it/2012/09/intervista-mr-nobody.html

Comments

Sign In