RECENSIONI

Netto & DJ Skunk – Scuola | Recensione

La formula è quella più classica, un mc (Netto) e un produttore che oltre ai beat fornisce anche gli scratch (Dj Skunk). Per il duo si tratta di un esordio che fa seguito a diverse partecipazioni e difatti si ravvisa una preparazione tecnica di base sufficiente: Netto ha piena padronanza dei propri mezzi e il suo stile non eccede mai in soluzioni (inutilmente) complicate, il tono delle liriche è abbastanza ironico (“Scuola”, “Tempi nuovi”) e, nell’insieme, si può dire che le capacità di intrattenere non gli mancano; dal canto suo, Skunk adotta un mood generalmente solare e altrettanto moderato, rifiutando sia l’hardcore più duro che l’accozzaglia di synth dell’attuale mainstream, come si nota da alcune curiose campionature (“Mare mare” di Luca Carboni, “Blue Moon”, se non sbaglio nella versione dei Classics, “Grande figlio di puttana” degli Stadio). In sostanza, “Scuola” è un progetto onesto, leggero e, a mio avviso, consapevole dei propri limiti, che in trentacinque minuti di durata fa emergere i pregi (quelli elencati) e i difetti (un’originalità ancora acerba) di ambedue i protagonisti.

(Bra)

fonte: http://www.rapmaniacz.com/old_site/NettoSkunkScuola.htm

Comments

Sign In